Clicca MI PIACE!!



..stiamo curiosando in...


Ben arrivato viandante
in questo piccolo antro,
qui potrai incontrare creature
del piccolo popolo e non solo...
Mi presento, sono Mary, un'artista delle paste
modellabili che si diletta un pò
con tutto quel che può essere
creatività e fantasia...
Tra queste pagine potrai
trovare le mie creazioni,
tutte rigorosamente
realizzate a mano.
Potrai anche decidere
di acquistarle o di richiederne
di personalizzate
in base ai tuoi gusti!!!
Spedizioni in Italia e all'estero!!!
Contattami per informazioni,
per preventivi gratuiti
o semplicemente per un saluto,
cliccando sulla busta
poco più sotto..
Ricorda che qui puoi fare
pagamenti sicuri
ed immediati con:



Scrivimi per informazioni:

..ai 52.950 visitatori
del vecchio blog
si aggiungono altri...
counter
..viandanti..

Aiuta questo sito a crescere, clicca sul banner basta un solo click per dire che La Vecchia Soffitta offre contenuti che sono di tuo gradimento! Grazie!!!

classifica



Inviami una mail con scritto

Licenza Creative Commons

Tutte le immagini, progetti e testi sono protetti da diritti da autore, ne è severamente vietata ogni riproduzione senza il permesso dell'autore.

Significato portafortuna

In tutte le culture esiste una simbologia comune che è quella dei “portafortuna” piccoli oggetti da portare sempre con se o da tenere sull’uscio di casa in segno di buon auspicio. Ognuno di essi ha un significato particolare, scopriamolo insieme:

La Coccinella: gli oggettini che prendono la forma di questo piccolo animaletto sono dei talismani molto apprezzati. Per portare fortuna deve indossare sette punti neri su una veste rossa.
E’ magico il numero sette, carico di potere, è magico il colore rosso, caldo, positivo e notoriamente protettore dell’invidia e del malocchio. sono magici i punti neri sul dorso, come la punta di piccoli, invisibili, dardi. La coccinella è uno dei primi insetti ad apparire a fine inverno, simboleggia la riconciliazione fra l’uomo e la natura dopo il lungo freddo. Naviga sul blog, qui potrai trovarne di tanti tipi, collane, portachiavi, oggettini vari… pronti per essere regalati o da regalarsi!!

Il corallo: secondo una leggenda greca è sangue pietrificato, nato dalle gocce del sangue della Medusa, colei che pietrifica con lo sguardo. Probabilmente questa caratteristica occulta di “pietrificare”, di “bloccare”, gli ha attribuito nel corso dei secoli la fama di essere un potente oggetto di protezione dalle forze oscure. Con il suo colore rosso, da sempre è ritenuto il migliore talismano naturale contro il malocchio e l’invidia. A livello occulto rappresenta il punto di congiunzione fra i tre regni della natura: minerale, vegetale e animale, caratteristica molto rara e preziosa. Alcune varianti le potrete trovare tra queste pagine.

 

 

Corna e figure cornute: nel branco, gli animali lottano per il possesso delle femmine, soltanto il vincitore conserva, oltre alla supremazia sessuale, le sue belle corna ramificate: l’animale sconfitto le vedrà indebolirsi e cadere, per poi riformarsi l’anno successivo. In tutte le tradizioni sono simbolo di potenza, di forza dirompente, di vittoria. L’animale con le corna ha la possibilità di difendersi, di attaccare, colpire e fare a pezzi l’avversario. A livello occulto inoltre hanno il potere di lacerare le forme eteriche viscose dovute a maledizioni e sortilegi. Ai giorni nostri corna, cornetti e figure cornute sono ritenute un potente antidoto contro il malocchio, la negatività, l’invidia. Rimandano indietro verso il mittente sortilegi e imprecazioni e tengono lontana la jella. Il cornetto portafortuna era già in auge presso i Romani, ma non è mai caduto in disuso, probabilmente è l’amuleto più popolare in Italia. Il materiale più indicato sarebbe il corallo poichè è già di per sè un talismano, oppure nell’incorruttibile oro. questi oggetti sono quasi sempre del colore rosso, perchè questo colore tiene lontana l’invidia e il malocchio.

 

Dado: è entrato nella serie dei portafortuna soltanto di recente, poichè in quanto strumento di gioco, è diventato uno dei mezzi con cui la fortuna elargisce i suoi doni, un mezzo con cui i giocatori possono vincere molto denaro.
Regalare un dado è auspicare una buona sorte, augurare che la vita offra a colui che lo riceve, sempre la faccia migliore, quella vincente.
Richiedete il vostro dado personalizzato!!

 

Elefante: per l’India è un animale più che sacro, poichè sacrificò la sua testa per salvare il figlio di Shiva, Ganesh.
Nel resto del mondo è considerato un ottimo portafortuna. Il pachiderma possiede tutto ciò che un essere umano possa desiderare: ha una forza fisica eccezionale, una salute di ferro, una pelle robusta difficile da scalfire. inoltre è intelligente, paziente, di buon carattere, ha una memoria straordinaria, vive moltissimi anni.
Regalare un oggetto a forma di elefante, significa trasferire tutte queste buone qualità sulla persona a cui è destinato.

 Girasole: regalare un girasole, indossare oggetti che ne ricordano la forma, tenerne in casa qualcuno, sia vero che finto, o meglio ancora piantarlo in giardino attira la fortuna e tiene lontano il malocchio.
Il fiore ricorda il disco solare, sia per la forma, l’imponenza, che per il colore e lo splendore dei petali.
Richiedi il tuo monile a forma di girasole! Ce ne sono per tutti i gusti…


L’occhio: l’occhio, nei tempi remoti rappresentava lo sguardo di Dio. Gli idoli con gli occhi avevano un potere molto grande rispetto agli altri. I talismani “occhiuti” sono potenti e affidabili, riuscivano a suscitare una certa paura poichè si riteneva che fossero capaci di catturare l’anima di chiunque osasse fissarli intensamente. ancora ai nostri giorni, sono richiestissimi ciondoli che recano all’interno un occhio scrutatore. Si ritiene che questo sguardo fisso tenga lontano il malocchio, cioè l’occhiata carica di invidia. Il talismano con l’occhio, secondo le diverse tradizioni, svolge due differenti tipi di compito: il primo è di protezione nei confronti del cosiddetto malocchio, in questo caso funziona come una sorta di specchio che respinge lo sguardo negativo in arrivo. La seconda, per similitudine è basata sulla convinzione che l’occhio possa “bucare” le tenebre del regno astrale. In questo caso serve a terrorizzare gli spiriti cattivi a caccia di preda. Lo spiritello, sentendosi osservato da un occhio altrettanto malevolo del suo, fugge via spaventato.

 

Oro: è il metallo sacro e incorruttibile che riassume in sè tutte le caratteristiche divine, quindi positive e vincenti. ha il colore del sole, il riflesso della luce e del fuoco, con il suo splendore annulla e mette in fuga gli abitanti dell’ombra. Purezza, colore e splendore compongono il suo magnetismo assolutamente unico, il suo sè luminoso e incorruttibile, un talismano perfetto. Per la sua stessa natura luminosa e splendente, l’oro respinge la negatività, difficilmente un oggetto d’oro potrà diventare un “gioiello maledetto” è quindi un metallo affidabile, amico.


Tartaruga: è l’augurio di una vita lunga, serena e protetta da ogni forma di maleficio o negatività. è un portafortuna antichissimo.
La tartaruga è molto longeva (può superare i 500 anni) può rinchiudersi nel suo guscio e difendersi da qualunque tipo di attacco che gli giunge dall’esterno.
Tutto ciò che è in rapporto con questo animale simboleggia la longevità. Offrire a qualcuno un amuleto realizzato con guscio di tartaruga significa augurargli lunga vita. Un oggetto a forma di tartaruga protegge chi lo porta dal malocchio e dalla magia nera, e da tutte quelle azioni che andrebbero a ledere il libero arbitrio della persona. L’astrologia, dice che la tartaruga è un grosso portafortuna per i nati sotto il segno dei Gemelli.
La corazza simboleggia la protezione dalle agressioni esterne, la forza, e l’inpenetrabilità; il movimento della testa, la prontezza di riflessi, dalle agressioni, la lungimiranza.

La Rana: è il simbolo dell’evoluzione psichica, affettiva e spirituale. Le sue diverse metamorfosi – uovo, girino, batrace – illustrano i gradi iniziatici che, progressivamente, rivelano e sublimano l’uomo.
Questa stessa idea di trasformazione si ritrova nelle favole, dove la rana (o il rospo) diventa principe o principessa.
Qui sul blog puoi trovarne molte varianti..

Il Gufo e la Civetta: è il simbolo della saggezza e della sapienza. Nel Medioevo gli studenti sostenevano gli esami portando addosso amuleti a forma di gufo.
Le civette, oltre a portare fortuna, possono anche essere sinonimo di protezione.
In alcuni posti si usava cucire una piuma di civetta sul vestito delle spose come portafortuna, e in molte case c’era il cosiddetto “crepuscolo del mattino”, cioè un foro praticato subito sotto il tetto che serviva come nido per le civette, che così sarebbero state riconoscenti per l’ospitalità ed avrebbero tenuto lontano il male.


Il Quadrifoglio: è uno dei portafortuna naturali più famosi al mondo. Si dice che il motivo per il quale porti fortuna sia perché è difficile trovarlo. La tradizione popolare che vuole il quadrifoglio come potente portafortuna risale al Medioevo. In quei tempi infatti, c’erano duplici significati che venivano assegnati al quadrifoglio. Uno di questi è quello che voleva che il “quarto fattore” dopo la santa trinità, fosse proprio quello della fortuna, per questo un quadrifoglio veniva visto come un dono fortunato fatto dai cieli, attraverso la terra.

Le superstizioni più lontane dalla santa fede invece vogliono che il quadrifoglio aiuti a fare bei sogni se posto sotto il cuscino durante il nostro sonno: questo è collegato alla credenza originaria dei druidi, per la quale gli spiriti maligni potevano essere tenuti alla larga, durante le ore notturne, proprio grazie al potere del quadrifoglio.

Maneki-Neko: le leggende intorno al maneki-neko (gatto giapponese) sono innumerevoli, ma il tema dominante rimane lo stesso, un gatto randagio trattato bene, che porta fortuna e buona sorte alla persona che gli fu amica. Alcune voci dicono che la zampa sinistra sollevata significano denaro e fortuna, mentre la destra significa buona fortuna e salute. Altre sostengono che la sinistra propizi gli affari e la destra la famiglia. Una credenza popolare è quella che consiglia di comprare un maneki-neko al mese, alternando la zampa sinistra per i mesi dispari e quella destra per i pari, alla fine di 48 mesi ci si sarebbe assicurati la buona fortuna per la durata di tutta la vita, sia dal punto di vista professionale che personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*